IL PAESAGGIO SONORO COME TEATRO EDUCATIVO - Residenza artistica e formativa

Una settimana dedicata al Paesaggio Sonoro tra esplorazione, ascolto e turismo

Il signor Palomar ha questa fortuna: passa l’estate in un posto dove cantano molti uccelli. [...] Il canto degli uccelli occupa una parte variabile dell’attenzione auditiva del signor Palomar: ora egli l’allontana come una componente del silenzio di fondo, ora si concentra a distinguervi verso da verso, raggruppandoli in categorie di complessità crescente: cinguettii puntiformi, trilli di due note una breve e una lunga, zirli brevi e vibrati, chioccolii, cascatelle di note che vengono giudicate e s’arrestano, riccioli di modulazioni che si curvano su se stesse, è così via fini ai gorgheggi. (Italo Calvino, Palomar)

 

Brian Dennis, Oliver Bevan, Wave Piece (particolare)

 

Dal 1 all'8 agosto 2021 come Palomar aguzzeremo occhi ed orecchie, alla ricerca di paesaggi sonori interessanti, da documentare con le migliori attrezzature: le campane di Arrone, il suono della Cascata delle Marmore, voci di piazza, voci di bosco e tutto quanto ci piacerà fermarci ad ascoltare.

Poi, con le nostre tracce sonore, costruiremo musiche, con voci, strumenti acustici ed elettronici, in collaborazione con uno dei più interessanti gruppi di percussioni nel panorama nazionale e internazionale: Tetraktis Percussioni (tetraktis.org). Con il gruppo i partecipanti realizzeranno un evento performativo finale, in un luogo da individuare, progettare e abitare con il suono e la musica.

La residenza artistica e formativa (sette giorni, dal 1 all'8 agosto, per un minimo di venti partecipanti) sarà nei pressi di Assisi (www.lecase.biz), e sarà curata da Paolo Scatena e Enrico Strobino, in collaborazione con Tetraktis Percussioni.

 

Per informazioni e contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 


Stampa   Email