Storie di città invisibili

Progetto interdisciplinare per l'inclusione

Da sempre la città svolge un ruolo fondamentale nella formazione dei suoi cittadini; in essa ognuno può identificarsi, riconoscere se stesso e gli altri, la propria storia e cultura, e, in quanto luogo di una fitta rete di relazioni, fondamentale è la sua dimensione educativa.

Di qui la scelta delle “Città invisibili” di Calvino che riteniamo un patrimonio culturale e un punto di partenza del nostro “viaggio” per formare cittadini attivi e sensibili.

Nel nostro viaggio immaginario siamo andati alla riscoperta di noi stessi, delle nostre origini, della nostra memoria, dei nostri sogni e desideri di “scambi di parole”, come afferma Calvino, utilizzando linguaggi diversi per valorizzare i talenti di ognuno.

>>> continua negli allegati pdf.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Abir Bounce.mp3)1. Abir Bounce 1919 kB
Scarica questo file (Bianca la città di carta.mp3)2. Bianca la città di carta 2505 kB
Scarica questo file (Esmeralda.mp3)3. Esmeralda 1723 kB
Scarica questo file (Impaginazione Città_ConcorsoUNESCOEdu 2017_18.pdf)Libro presentato al concorso UnescoEdu 1149 kB
Scarica questo file (Moriana Mastering.mp3)4. Moriana 2232 kB
Scarica questo file (Serena, la città delle donne.mp3)5. Serena la città delle donne 2426 kB
Scarica questo file (Wanda.mp3)6. Wanda 942 kB

Stampa   Email