Vacche magre e buona volontà

Lavorando nella scuola da più di trent’anni, ho avuto tutto il tempo di fare i primi passi quando la musica viveva di mezzi limitatissimi nel panorama educativo italiano degli anni ottanta e doveva ancora guadagnarsi la considerazione di un ambiente in fermento: era il momento dei laboratori del Tempo prolungato, delle compresenze e delle sperimentazioni; si viveva masticando al tempo stesso l’entusiasmo incontenibile del pioniere, i timori di chi sa di muoversi in un terreno inesplorato e rischioso, la soddisfazione nel vedere ripagato ogni piccolo sforzo dalla gratitudine di ragazzi e famiglie, a volte l’amarezza e la frustrazione quando un’ottusa burocrazia si metteva di mezzo…

Ecco poi gli anni Novanta e Duemila, con i tanti riconoscimenti sia a livello locale che oltre frontiera insieme a risorse sempre più abbondanti che hanno permesso di allargare la scala degli interventi: tutto sembrava bello e destinato a durare a lungo.

Ma ormai le difficoltà attuali in cui vivono amministrazioni ed istituzioni (e forse anche qualche cattiva scelta) hanno rischiato di lasciare ad un insegnante come me, che si avvicina a fine carriera, l’impressione che un po’ alla volta si stia smantellando molto di quanto costruito con fatica, vanificando l’impresa e lasciando nei confronti del futuro molta incertezza che ricorda fatalmente gli inizi, come se il cerchio debba chiudersi allo stesso punto di partenza…

Proprio ora però, che le urgenze ritornano drammaticamente impellenti e i mezzi ritornano minimi, diventa essenziale un nuovo spirito da pionieri: come trent’anni fa, c’è molto nuovamente da inventarsi, nuovi entusiasmi da suscitare specialmente in quei giovani che presto ci sostituiranno nel nostro compito, nuovi percorsi burocratici da ideare, con una scuola nuovamente povera che deve tendere la mano verso quella offerta dal mondo associativo, unica garanzia in fondo che le cose possano continuare…

Il progetto "OFFICINA DELLA MUSICA: il gruppo musicale come luogo dell’inclusione sociale" nasce come proposta dell’Associazione Musica Ragazzi (ex alunni) per una collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Osio Sopra. Dopo una fase sperimentale (da gennaio a giugno 2012) vuole ora riproporsi con maggiore energia: i tre laboratori già attivati diventeranno sette nel nuovo a.s. 2012-2013.

In allegato il resoconto del progetto relativo all'a.s. 2011-2012 e la bozza di progetto per il 2012-2013.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Chigioni.pdf)Sperimentazione 2011-2012 Osio Sopra 92 kB
Scarica questo file (Officina della Musica 2012-2013.pdf)Officina della Musica 2012-2013 89 kB

Stampa   Email