Il jazz va a scuola: linee guida

Documento dell'Associazione Il Jazz Va A Scuola (IJVAS)

Musicheria.net segue con attenzione e supporta le azioni intraprese dall'Associazione Il Jazz Va A Scuola (IJVAS), pubblicando vari interventi e contributi nella rubrica "Jazz e dintorni". La commissione didattica di IJVAS ha elaborato e il Consiglio Direttivo ha approvato le linee guida relative ai criteri e alla progettazione di iniziative e attività nelle scuole.
Riportiamo il documento completo in allegato.

Dalla Premessa:

«Con il progetto “Il jazz va a scuola” promosso nel 2018 dalla Federazione del Jazz Italiano presieduta da Paolo Fresu e la nascita, nel febbraio 2019, dell’Associazione Il jazz va a scuola si è aperto un dibattito sul senso, le motivazioni, le modalità dell’inserimento e dell’uso del jazz nell’educazione musicale scolastica.
È bene subito precisare che, a nostro avviso, l’interesse del mondo del jazz verso la scuola può trasformarsi in un’importante occasione di cambiamento se non si esaurisce nel proporre una maggiore presenza del repertorio jazz nelle classi e nella promozione di percorsi didattici e tecnici legati a questa musica, aspetti sicuramente importanti e non trascurabili, ma che non toccano il problema più profondo, che riguarda il paradigma di riferimento rispetto agli studi musicali e alle pratiche didattiche.
Con il termine “paradigma” ci riferiamo a un modo di pensare gli studi musicali, le esperienze e la pratica educativa, all’interno della quale sia possibile individuare con sufficiente chiarezza innanzitutto i valori di riferimento, e poi i concetti, le tecniche e i metodi, per arrivare a indicare anche situazioni esemplari. Per questo crediamo che sarebbe molto utile attivare un dialogo tra chi pratica professionalmente il jazz e le musiche improvvisate e chi vive quotidianamente nella scuola, un dialogo che sappia individuare e possibilmente condividere un paradigma comune. Solo questa condivisione può, a nostro parere, disegnare un orizzonte comune fra pedagogisti, didatti e musicisti, che sappia legare le varie proposte, che sappia orientare anche alcune battaglie di tipo politico (ad esempio quale tipo di formazione musicale dovrebbero proporre i licei musicali), che sappia valutare le esperienze e le proposte che l’Associazione IJVAS intende promuovere.
Col progetto Il jazz va a scuola, non si vuole centrare l’educazione musicale su un “genere”. Un’espressione, come spesso capita, non sempre esprime in modo chiaro il senso e le finalità di un progetto, e quindi è opportuno esplicitare quali potrebbero essere le giustificazioni che rendono accettabile la nostra proposta.
In prima istanza le iniziative dell’Associazione IJVAS si rivolgono alla fascia 0-6 (nidi, servizi prima infanzia e scuole dell’infanzia) e alle scuole primarie e secondarie di I grado. Le Linee guida qui presentate riguardano quindi principalmente questi settori».

Indice:

Premessa

Quattro domande

Linee guida
- Motivazioni
- Destinatari
- Metodologie
- Verifiche e valutazioni
- Attività
- Sussidi e materiali

Approfondimenti tematici
(saranno pubblicati gradualmente su Musicheria.net. Cliccando sui titoli attivi si accede ai singoli contributi. Per accedere ad alcuni materiali occorre fare l'iscrizione)

- Mario Piatti: L'improvvisazione e il jazz nella didattica di base. Indicazioni bibliografiche.
- Maurizio Vitali: Ripartire dal suono: dalle condotte esplorative alle condotte improvvisative. Sintesi di un percorso di ricerca-formazione con adulti, pensando ai bambini.
- Enrico Strobino: Forme e stili dell'improvvisazione in ambito educativo.
- Maurizio Vitali: Oltre il dialogo sonoro. La ricerca continua verso la creazione di nuovi dispositivi.
- Enrico Strobino: Cercare il suono. Improvvisazione e strumenti musicali a scuola.
- Massimo Nunzi: Le storie del jazz.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (IJVAS LINEE GUIDA.pdf)Il jazz va a scuola - Linee guida 201 kB

Stampa   Email