Spartito Perso

Ci si può avvicinare alla complessità e all'astrazione della musica contemporanea con una mentalità orale? Questo libro tenta di dare una prima parziale risposta proponendo una serie di progetti didattici a partire dal grande repertorio novecentesco. Il criterio educativo proposto è quello di perdere lo spartito, cioè di allontanarsi dalla grafia per giungere ad un approccio acustico, ludico, imitativo; dove l'improvvisazione è momento privilegiato della comunicazione musicale e le dinamiche relazionali sono valori fondamentali. I capolavori del novecento sono qui visitati con lo stupore e l'ingenuità del fanciullo, coinvolgendo l'esperienza attiva del suonare, il piacere ludico dell'ascoltare, l'emozione e il fascino del nuovo, inaudito, inusuale. Una panoramica di pensieri, di esperienze e di problematiche musicali della contemporaneità per sviluppare una mentalità orale ricercando la dimensione del piacere anche nelle ardite complessità della musica del novecento. Proposte stimolanti in cui si incontrano percorsi di analisi, di ascolto, di rielaborazioni o invenzioni; percorsi esecutivi o giochi di composizione e improvvisazione, alla ricerca di nuova creatività e fantasia. Nel CD allegato l'autore presenta alcune personali rielaborazioni didattiche di materiali audio delle opere citate, come supporto alle attività proposte. Un libro che si rivolge a musicisti, docenti di conservatorio, insegnanti della scuola primaria e secondaria, educatori ed animatori musicali. In allegato alcune pagine del libro e un file audio.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (IvesPtnamsCamp_1.mp3)Ives Ptnam's Camp (1,6 MB) 1666 kB
Scarica questo file (Spartitoperso_1.pdf)Spartito perso 262 kB

Stampa   Email