Fra suoni e magia

I media e i sempre più sofisticati oggetti per l'ascolto della musica, in aggiunta alla fruizione dal vivo in occasione di concerti e manifestazioni varie, hanno oggi reso possibile l'accesso a musica scritta da secoli e in tanti luoghi diversi. Questo ha permesso la costituzione personale di una sfera di ascolto “intima”, per “stare bene” con la musica. Inoltre, per tutti, dai ragazzi agli anziani, l'ascolto della musica è uno dei modi di esprimersi, identificarsi, dare un colore al proprio vissuto. Hennion riassume questa idea dicendo che “l'ascolto della musica è uno dei modi di dire delle cose sulla maniera in cui oggi le persone amano, si impegnano oppure si rifiutano”. >>> continua nel file allegato

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (1.MauriceRavel.pdf)1. Maurice Ravel 108 kB
Scarica questo file (2.ClaudeDebussy.pdf)2. Claude Debussy 99 kB
Scarica questo file (3.SergejProkofiev.pdf)3. Sergej Prokofiev 91 kB
Scarica questo file (4.FrancisPoulenc.pdf)4. Francis Poulenc 123 kB
Scarica questo file (5.NinoRota.pdf)5. Nino Rota 114 kB
Scarica questo file (Fra suoni e magia Donnini.pdf)Fra suoni e magia Donnini.pdf 129 kB

Stampa   Email