Giochi d'ascolto

Varie volte ci è capitato di proporre ad altri l’ascolto di una musica e poi di chiedere “cosa te ne pare?” o “cosa ti ha fatto venire in mente?” o “che cos’è, secondo te?”.
Una buona domanda alternativa, lavorando con persone interessate all’animazione, trovo che sia : “Ascolta questa musica. Che gioco è, secondo te?” E’ molto possibile che conosciate già il brano (“Nell’antro del re della montagna” dalle musiche di scena composte da Edvard Grieg per il Peer Gynt di Ibsen) : l’altro giorno l’ho addirittura sentito da un telefonino. In ogni caso, il pensare a tutti i modi in cui è possibile organizzare un gioco di gruppo su questa musica aiuta ad ascoltarla, e anche ad analizzarla, secondo prospettive nuove e inedite, che sono tante e diverse quanti sono i giochi proposti, da voi stessi, o da qualcuno di quelli a cui ripeterete l’invito. Riporto qui tre giochi, che “restituisco”, in questo modo, ai miei studenti del conservatorio di Frosinone e agli studenti della scuola di animazione musicale di Lecco: è grazie a loro che sono nati e che, in seguito, ho potuto giocarli anche con altri gruppi di persone.
>>> continua nel pdf allegato
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Giochi d'ascolto Ferrari.pdf)Giochi d'ascolto 102 kB

Stampa   Email