Visioni d'oriente

Nel 1880, in occasione del suo 25° anno di regno, lo zar Alessandro II indisse grandissimi festeggiamenti in tutta la Russia. Tra questi vi erano anche una serie di “quadri viventi” accompagnati da musiche, per i quali i dodici compositori russi più in vista erano stati invitati a scrivere delle musiche. Tra essi Alexander Borodin (San Pietroburgo, 1833 – ivi, 1887), che con Mussorgski, Balakirev, Cui, Rimski-Korsakov, faceva parte del “Gruppo dei Cinque”.
I “Cinque” furono i fondatori della moderna scuola nazionale russa. Essi erano compositori non professionisti (Borodin, infatti, era un famoso chimico) che, a partire dal 1860 circa, diedero vita ad una tradizione musicale russa che prendeva le distanze dalla tradizione occidentale.

>>> continua nel file pdf allegato
 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Borodin - Nelle steppe dell'Asia centrale.pdf)Nelle steppe dell'Asia centrale 1532 kB

Stampa   Email