Armonica a bocca e chironomia

Indicazioni sull'uso di uno strumento diffusissimo ma poco utilizzato nella didattica
 
L’armonica… perché no? Strumento diffusissimo ma sostanzialmente poco conosciuto sia in ambito esecutivo che didattico.
Se ci si addentra nelle numerosissime tipologie di armoniche cromatiche e diatoniche, si scopre un mondo inimmaginabile e, magari, ci si appassiona anche.
Ai bambini e ai ragazzi piace immediatamente, potendo emettere fin da subito un suono gradevole e “armonico” sia a livello percettivo che tecnico (ad esempio con un’armonica in C si possono eseguire gli accordi di do maggiore, re minore, si diminuito).
Peraltro, nei bambini con difficoltà di articolazione delle dita, può rappresentare un vero e proprio incentivo a non abbandonare la musica, visto che tutti gli altri strumenti necessitano di una discreta motricità fine.
Ma quale armonica è consigliabile per iniziare?


>>> continua nel file pdf allegato

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (L'armonica nella didattica.pdf)Armonica a bocca e chironomia 119 kB

Stampa   Email