MUSICHERIA, bottega dell'educazione musicale, si rinnova.

Ideata come rivista on-line nell’estate del 1998 nell’ambito delle iniziative promosse dal Centro Studi Musicali e Sociali "Maurizio Di Benedetto" di Lecco, la nostra "bottega" è stata aperta nel maggio 1999. Gli obiettivi che allora ci si prefiggeva vengono oggi riconfermati: diffusione di materiali, di progetti, di teorie ed esperienze relative all’educazione e all’animazione musicale, con riferimenti ai vari ordini di scuola, ai diversi ambiti dell’educazione permanente e della formazione educativa, ai molteplici settori propri dell’animazione sociale; inoltre, potenziamento delle connessioni con altre strutture ed esperienze relative all’educazione e all’animazione musicale.
Dal punto di vista tecnico, Musicheria diventa autonoma dal sito del centro studi (www.csmdb.it), acquisendo un proprio dominio "musicheria.net". Questo semplificherà l’inserimento e la gestione dei contributi nelle varie rubriche così ridenominate: studi e ricerche, esperienze, notizie, materiali, bibliografie, link, archivio sonoro.
Come specificato nella presentazione, Musicheria è stata completamente gratuita nei suoi primi cinque anni di vita; ora si propone come luogo più riservato di incontro e come nuovo strumento professionale per insegnanti, educatori e animatori musicali. Questo significa che alcuni settori saranno riservati: per poter accedere a tutti i luoghi e scaricare i diversi materiali di Musicheria è necessario associarsi al Centro Studi (compilando una specifica domanda e versando la quota annuale - vedi sopra bottone "Iscrizione").
Aderire all’associazione è un atto che ha innanzitutto un valore di condivisione e di partecipazione alle finalità associative e alle linee culturali del CSMDB: tutti gli associati potranno, in particolare tramite l’assemblea annuale, portare il proprio contributo di idee e partecipare attivamente con il proprio voto alle scelte relative allo sviluppo dell’associazione e al potenziamento delle diverse attività.
Riprendendo, come metafora, l’immagine del cammelliere e del marinaio che Calvino fa giungere a Despina, una delle città invisibili, possiamo pensare a due oggetti emblematici: la rete e la borraccia, riscontrando nella rete la metafora del raccogliere selezionando, dello strumento che permette al marinaio di cibarsi e di offrire (vendere) cibo, di un oggetto al contempo fragile e resistente; nella borraccia, la metafora della sopravvivenza nell’attraversare il deserto e del ristoro in condizioni avverse. Musicheria.net vuole essere cammelliere e marinaio, che offrono acqua e cibo, o anche altri beni raccolti nei nostri viaggi, e che raccontano le proprie avventure sui mari e nei deserti dell’educazione e dell’animazione musicale, facendo intravedere, con i nostri emblemi, città invisibili ma attraenti, che spingano altre persone a mettersi in viaggio alla ricerca di nuovi luoghi e tempi in cui l’educazione e l’animazione musicale siano strumenti di innovazione e di progresso sociale e culturale.


Stampa   Email